Psicologo Psicoterapeuta e
Sessuologo a Milano

Attività clinica

Consulenza Psicologica

La consulenza psicologica è il primo passo.

E’ un incontro con un professionista con cui si instaura un rapporto di collaborazione al fine di cominciare a dare un nome al malessere da cui si è afflitti per migliorare la qualità della propria vita.

La prima fase inizia con la conoscenza attraverso la raccolta dei dati anagrafici e la ricerca degli elementi che permettono allo Psicologo di formarsi un quadro conoscitivo del paziente, dello stato attuale del problema, dei tempi di insorgenza.

Durante la consulenza possono essere somministrati specifici test e strumenti.

In questa fase lo Psicologo ascolta, osserva, capisce, riassume, riformula il problema, risponde a specifiche domande e fa una restituzione dei bisogni, dei desideri e delle risorse a disposizione, indirizzando verso il percorso più idoneo rispetto alle problematiche emerse e agli obiettivi condivisi.

La consulenza può essere individuale o di coppia.

Psicoterapia

Lo Psicologo abilitato all’esercizio della Psicoterapia è in possesso di una specifica Specializzazione in Psicoterapia, ossia una formazione post-universitaria di quattro anni.

La Legge 56/89 regola l’esercizio dell’attività psicoterapeutica, con l’art. 3:
“L’esercizio dell’attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’articolo 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica.
Agli psicoterapeuti non medici è vietato ogni intervento di competenza esclusiva della professione medica”
.

Un percorso che può essere intrapreso dopo un’accurata fase di Assessment è quello psicoterapico in cui il paziente riconosce il problema che si manifesta in una specifica sintomatologia, decide di chiedere aiuto e di lavorarci sopra.

La psicoterapia si svolge sempre sulla base di una relazione umana che costituisce un elemento centrale: attraverso il rapporto che si stabilisce con lo psicoterapeuta la persona comincia un processo di ristrutturazione del pensiero, iniziando ad accedere ai propri pensieri ed emozioni e a quelli degli altri, per poi scoprire che esistono modi di interpretare la realtà alternativi al proprio.

Si può quindi definire la psicoterapia come un processo interpersonale in cui grazie alle tecniche psicologiche della parola, del colloquio e dell’ascolto ma anche con specifici strumenti, si agisce su disturbi del comportamento o sui sintomi di sofferenza, con l’obiettivo di ridurli e lavorare sulla struttura di personalità modificandola per renderla meno rigida e più aperta a considerare diverse alternative.

In un clima di fiducia e collaborazione il paziente comincia a sperimentare, anche attraverso esposizioni e compiti, un altro modo di vivere le esperienze.

L’obiettivo non è quello di giudicare o dare un voto ai risultati degli homework, ma di riconoscere le proprie emozioni, di individuare i pensieri e le riflessioni fatte durante i compiti al fine di cogliere le credenze centrali su di sè, sul mondo e sugli altri e di discuterne insieme con il terapeuta. Inoltre attraverso l’esposizione si possono esplorare pensieri e idee alternative, si può contrastare l’evitamento ed apprendere che le paure non si concretizzano come invece si temeva.

I destinatari della psicoterapia di cui mi occupo sono il singolo adulto e la coppia.

Le sedute sono strutturate in maniera coerente con la tipologia di utente finale.

Orientamento professionale

In un periodo di grossi cambiamenti, di complessità ed incertezza economica e professionale spesso viene richiesto alle persone di re-inventarsi e di cambiare direzione rispetto a quella che si è intrapresa fino a questo momento.

Dopo aver gestito il primo momento di disorientamento o di ansia, l’obiettivo di tale intervento è costruire un nuovo progetto professionale che tenga conto sia del contesto economico sia degli obiettivi ed interessi personali, attraverso la scoperta delle proprie aree di forza ed attitudini, l’identificazione dei gap di competenze e delle soluzioni per poterli colmare.

Dott.ssa Laura Varisco - 338.9516084 - Via Francesco Ferrucci 2 - 20145 Milano - P.I. 05742730962